Copertura Parziale o Totale dei Denti in Ceramica

Ho degli spazi neri tra i denti e le gengive

Mi sanguinano le gengive

Copertura Parziale o Totale dei Denti in Ceramica

Se hai denti che richiedono, a causa di carie, traumi, fratture o vecchi restauri preesistenti non più congrui, la sostituzione totale o di parti di esso, oggi la tecnologia e l’esperienza maturata nel settore consentono la fabbricazione di restauri estremamente estetici e funzionali.

Quando indicato, un tipo di soluzione protesica senza metalli, è generalmente preferita.

Esempio 1

Una signora desiderava sostituire una vecchia corona in metallo-ceramica che non era più ben integrata con gli altri denti. Infatti, quando sorrideva si notava il bordo scuro del restauro. Questo inestetismo le creava non pochi problemi a livello sociale. Come conseguenza, aveva imparato a “limitare” il suo sorriso.

In 3 appuntamenti, nell’arco di circa 3 settimane, è stato possibile rifare la corona, questa volta senza metalli.

Esempio 2

Una dottoressa da anni desiderava migliorare l’estetica del suo sorriso. Nello specifico non gradiva la forma ed il colore dei 4 denti superiori anteriori.

In 4 appuntamenti, è stato possibile risolvere il disagio della paziente, con sua grande soddisfazione. Questi restauri hanno oggi circa 10 anni e la paziente è tuttora molto soddisfatta del risultato.

Un buon restauro non è solo più bello… è anche duraturo… guarda questo risultato a distanza di 12 anni!

Le gengive sono molto stabili negli anni!

Ci sono molti tipi di procedure e materiali che possono essere adottati. Non tutti sono adeguati per tutti i pazienti. Un bravo clinico sa proporre e guidare il paziente verso la scelta più appropriata.

Ovviamente la procedura è indolore e può richiedere un numero di appuntamenti vario. Questi dipendono dalla competenza del clinico e dalla struttura organizzativa dello studio dentistico. Come in molti altri settori, “veloce e bene” non vanno sempre d’accordo.

Questa è la sequenza “standard”:

  1. Preparazione del dente e fabbricazione del provvisorio in resina
  2. Preparazione finale del dente
  3. Impronta finale
  4. Prova funzionale ed estetica
  5. Cementazione definitiva del restauro

Ovviamente ci sono molte possibili variazioni alla sequenza.

Come tutte le cose, anche le protesi dentarie, hanno una “durata media”. Questa è in funzione di molti fattori:

  1. Esperienza e abilità manuale del clinico Dentista
  2. Preparazione adeguata delle “fondamenta” del restauro (radice del dente)
  3. Scelta dei materiali adeguati da parte del Dentista
  4. Gestione dei materiali da parte dell’Odontotecnico

Come si evince, la scelta del Dentista risulta fondamentale!!!

Un restauro protesico ben fatto, risulterà esteticamente invisibile.